bocciato Defr sicilia, finanziaria sicilia, governo musumeci battuto, musumeci, musumeci bocciato defr, musumeci dimissioni

Pesante passo falso per la giunta Musumeci. Il documento di programmazione economico e finanziaria 2018-2020 è stato bocciato dall’Assemblea siciliana con 32 voti contrari e 32 favorevoli, su 65 presenti (un deputato non ha votato). Per il via libera al documento servivano 33 voti.

Musumeci in difficoltà, Pd e M5S chiedono le dimissioni

La seduta è stata subito sospesa ed è stata quindi convocata la conferenza dei capigruppo. Pd e M5S hanno votato contro. Poco prima del voto, il capogruppo dem Giuseppe Lupo ha chiesto al governatore Nello Musumeci di prendere atto di non avere una maggioranza e di dimettersi. “Le parole di un oltremodo innervosito e arrogante Musumeci, che pretende di fare pure la paternale, sono irricevibili. Musumeci dovrebbe avere rispetto per la Sicilia e compiere un gesto di grande responsablità, prendendo atto che non ci sono più le condizioni minime per governare: si deve dimettere”, aggiunge poi il gruppo parlamentare all’Ars. 

Il Def regionale torna quindi in commissione Bilancio dopo la proroga di un mese (fino al 30 aprile) dell’esercizio provvisorio che scade il 31 marzo. Il documento sarà nuovamente analizzato domani a mezzogiorno, mentre il ddl di proroga dell’esercizio provvisorio approderà domani in aula alle 16.