villa_torlonia_roma
Villa Torlonia a Roma

Il lungo weekend di Pasqua a cavallo tra marzo e aprile è l’ideale per concedersi un po’ di relax. Come da tradizione, molti italiani opteranno per le gite fuori porta. Mare, montagna o campagna sono le mete predilette. Approfittando dei voli low cost, altri sceglieranno di soggiornare all’estero. Oppure, un’alternativa da non sottovalutare, concedersi l’opportunità di visitare le città d’arte, scegliendo di visitare i musei aperti, i monumenti principali e ammirare le opere d’arte. Non mancheranno nemmeno gli eventi musicali e gli spettacoli in un’Italia da vivere il giorno di Pasquetta.

Pasquetta 2018, cosa fare a Torino e dintorni

Torino è una città d’arte, con eleganti edifici barocchi e antiche caffetterie. Si comincia da Piazza Castello e Piazza San Carlo. Nelle vicinanze di quest’ultima, si erge l’alta guglia della Mole Antonelliana, che domina il capoluogo piemontese. Non mancano gli eventi che animeranno Torino. Il più interessante è senza dubbio l’International Tanto Torino Festival, giunto alla 18esima edizione e che si concluderà il 2 aprile. Altro evento da non perdere è la Pasquetta che si celebra al Castello di Masino nel borgo di Caravino. Si tratta di un’iniziativa pensata per le famiglie, che potranno concedersi una giornata di spensieratezza visitando uno dei castelli più suggestivi. Altri eventi interessanti che si svolgeranno il giorno di Pasquetta sono la Milonga pomeridiana e la Fiesta de Despedida

Chi volesse restare in città, nei giorni successivi potrà approfittarne per prendere parte al concerto di Jovanotti al Pala Alpitour: cinque le date fissate dal cantante 51enne, che vanno dal 3 al 9 aprile.

Vastissima è poi la scelta di mostre e musei da visitare. Resterà aperto anche nel giorno di Pasquetta, dalle 9.00 alle 18.30 il Museo Egizio, in cui sono esposti circa 6.500 reperti archeologici. Il museo ha sede nel Palazzo dell’Accademia delle Scienze. Poi rimarrà aperto dalle 9 alle 20 il Museo del Cinema, che ha sede nella Mole Antonelliana. Sarà aperta anche a Pasquetta, dalle 10 alle 20, The Art of the Brick, l’innovativa mostra che utilizza mattoncini LEGO come unico mezzo artistico. Novità introdotta dall’artista statunitense Nathan Sawaya, il primo al mondo ad utilizzare i LEGO nell’arte. Dalle 10 alle 18 sarà invece possibile visitare la mostra dedicata a Guttuso nella GAM, la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea. La mostra si intitola ‘Renato Guttuso – L’arte rivoluzionaria nel cinquantenario del ’68’ e racconta, attraverso le opere del grande artista siciliano, il rapporto tra politica e cultura. Sessanta le opere esposte, provenienti da ogni parte d’Italia. Aperti dalle 10 alle 19 il MAUTO, il museo nazionale dell’automobile di Torino, e dalle 10.30 alle 19.30 il J-Museum, costruito all’interno dello Juventus Stadium.

Appena fuori Torino, è aperta dalle 9.00 alle 18.30 la Reggia di Venaria, una delle più belle residenze sabaude. Il costo del biglietto intero è di 15 euro, mentre il ridotto per i bambini dai 6 ai 12 anni è di 10 euro. Gratuito il biglietto per gli under 6. La quota comprende la visita guidata di 2 ore e mezza alla Reggia e ai Giardini: sarete immersi tra i colori del Salone di Diana, la maestosità della Galleria Grande e il magico specchio della Peschiera. Aperta dalle 10.00 alle 18.30 la Palazzina di Caccia di Stupinigi, situata nell’omonima frazione vicino al capoluogo piemontese. Invece, al Castello di Pralormo, dal 31 marzo fino al 1 maggio, torna Messer Tulipano, la manifestazione che annuncia la primavera con la straordinaria fioritura di oltre 90.000 tulipani e narcisi.

Nel giorno di Pasquetta resta aperto dalle 10 alle 19 il Castello di Rivoli, in cui sono esposti fino al 27 maggio un selezionato nucleo di capolavori di Giorgio de Chirico provenienti dalla collezione di Francesco Federico Cerruti. All’interno del castello anche la mostra Metamorfosiallestita nella Manica Lunga, che mette insieme alcuni interessanti artisti giovani di fama internazionale.

Pasquetta 2018, cosa fare a Milano e dintorni

Visitare Milano il giorno di Pasquetta vuol dire prendere parte alla Fiera dell’Angelo a Milano: ossia lo storico mercatino dei fiori di Pasquetta, che affonda le sue origini nel 1200. Torna a riempire di bancarelle il quartiere di Brera: non solo fiori, ma anche abbigliamentolibriquadrispecialità gastronomiche. A proposito delle esposizioni floreali, martedì 27 marzo 2018 ha riaperto al pubblico Tulipani Italiani, il grande campo fiorito di Cornaredo, giunto alla sua seconda edizione. L’iniziativa è tornata in versione ampliata: 350 mila tulipani, suddivisi in 312 varietà diverse da raccogliere liberamente. Un’idea profumata e colorata per una Pasquetta 2018 fiorita nei dintorni della città.

Da venerdì 23 marzo a domenica 8 aprile 2018 sarà esposto il Mercatino di Primavera 2018 in piazza Portello, per un giretto tra le casette di legno che ospitano prodotti artigianali, dai profumi a base di lavanda fino ai gessetti profumati, e anche prodotti enogastronomici, dai biscotti al cioccolato, magari da gustare durante la passeggiata. Di enogastronomia si parlerà anche nella Sagra dei bolliti e delle grigliate miste, in programma anche sabato 7 e domenica 8 aprile 2018. Uno spunto per unire il rito della sagra con quello della gita fuori città. Sagra organizzata dal comune di Senago (MI).

Da non dimenticare assolutamente il Mercatino Enogastronomico della Certosa di Pavia: il farmers’ market all’ombra del complesso abbaziale dà spazio alle eccellenze enogastronomiche del territorio steso tra le province di Pavia, Alessandria e Piacenza.

Una gita fuori porta in programma al Castello di Malpaga di Cavernago (BG) è all’insegna di una serie di appuntamenti per tuffarsi nell’atmosfera del borgo. Momento clou è il tradizionale picnic, dove ognuno potrà comporre il proprio menù da gustare nella piazza d’armi o all’interno del fossato del Castello grazie ai percorsi enogastronomici proposti dai produttori lombardi che saranno presenti alla mostra-mercato allestita nella piazza d’armi del Castello. In giornata anche spettacoli di giocoleria e visite guidate al Castello.

Inoltre nel capitolo delle idee a misura di bambini si segnala l’apertura, proprio lunedì 2 aprile 2018, della mostra Ritorno al Giurassico. Può contenere tracce di dinosauri, presso la Cascina Centro Parco di Parco Nord Milano (Sesto San Giovanni). In realtà Ritorno al Giurassico è un progetto di edutainment che si avvale anche dell’uso della realtà aumentata. In agenda si trova pure la caccia al tesoro botanico all’Orto Botanico di Brera a Milano, che per un giorno si trasforma nell’Orto degli incantesimi in un appuntamento dedicato a tutta la famiglia.

Visita da non perdere è quella del Campanile dei Sospiri presso San Celso, il più antico ancora in funzione di Milano, offrendo la possibilità di gettare uno sguardo sulla città da oltre 30 metri di altezza.

Sul versante dei musei e delle mostre, si segnalano rispettivamente l’apertura delle sale napoleoniche della Pinacoteca di Brera e l’inaugurazione del sesto dialogo ‘Attorno agli amori. Camillo Boccaccino sacro e profano‘.

Pasquetta 2018 in Toscana

La Toscana offre tanti spazi verdi e scorci suggestivi. Da segnalare il celebre mercato di Vinci in provincia di Firenze. Il borgo storico che diede i natali a Leonardo si presenta in tutto il suo fascino e oltre al mercatino stracolmo di oggetti di artigianato locale potrete è preclusa una visita al Museo Leonardiano, la casa in cui nacque Leonardo e la biblioteca leonardiana dove sono custoditi molti suoi manoscritti.

Tradizionale è la Festa della Farina Dolce di Piteglio, in provincia di Pistoia, nella si potranno degustare vari prodotti tra i quali castagnaccio, frittelle, polenta dolce oppure i tipici necci, gustose crespelle a base di farina di castagne. Per chi ama il salato non mancheranno panini con la salsiccia locale, vino e bancarelle con formaggi tipici della zona. Da segnalare anche il piccolo, ma suggestivo mercatino di Fiesole, sulle colline che dominano Firenze che proporrà prodotti dell’artigianato e dell’enogastronomia locale.

Nel Parco Naturale della Maremma sarà possibile fare passeggiate organizzate per il giorno di Pasquetta. Per un’uscita non troppo impegnativa, ma altamente suggestiva da effettuare l’escursione ‘Il sentiero delle torri‘. Sempre in Maremma da segnalare la Sagra dell’agnello, il tradizionale appuntamento gastronomico che si tiene a San Martino sul Fiora, frazione di Manciano in provincia di Grosseto.

Per gli appassionati di natura segnaliamo poi la Mostra Antiche Camelie della Lucchesia che si tiene nel Borgo delle Camelie di Capannori (Lucca). Il programma prevede anche la visita al Camellietum Compitese, un giardino botanico con oltre mille piante differenti, la visita alla torre di segnalazione e alla chiesa del borgo, numerosi laboratori di scultura, pittura e arti varie e infine gli immancabili mercatini di artigianato e cibo locale.

Siena da non perdere la mostra dedicata ad Ambrogio Lorenzetti che si tiene a Santa Maria della Scala. Uno degli artisti più importanti del 14esimo secolo, ma paradossalmente poco noto al grande pubblico, sarà presente con numerose e straordinarie opere provenienti dai più importanti musei del mondo (Louvre, Uffizi, National Gallery, Musei Vaticani).

Ad Arezzo in occasione del 130° anniversario della nascita ci sarà una mostra dedicata a Giorgio de Chirico presso il Palazzo della Provincia con particolare attenzione alle sue sculture e alle opere meno note.

Firenze segnaliamo al Museo dell’Opera del Duomo l’esposizione imperdibile della Madonna di San Giorgio alla Costa di Giotto, una delle opere più rappresentative della rivoluzione portata da Giotto nel 13esimo secolo, un dipinto che si credeva perduto e che venne poi ritrovato e riconosciuto nel 1930. Presso Santo Stefano al Ponte si terrà la mostra Monet Experience and the Impressionists. I visitatori verranno avvolti ed immersi completamente nelle opere del genio impressionista con un’esposizione che coinvolgerà tutti i sensi e che si preannuncia altamente innovativa e sorprendente, garanzia di un’esperienza davvero indimenticabile.

Pasquetta 2018, Roma e dintorni

Villa Borghese è una tappa imperdibile e tra le più affascinanti della Capitale. Dal punto di vista naturale vi offre un parco immenso che comprende tra le varie attrazioni il Giardino del lago, da dove ci si potrà imbarcare per un suggestivo giro in barca fino al tempietto di Esculapio; il Giardino segreto, comprendente il Giardino dell’Uccelliera e il Giardino Vecchio, e il Parco dei Daini. Da visitare la Galleria Borghese piena di opere d’arte di altissimo valore tra le quali capolavori di Tiziano, Raffello, Caravaggio e sculture del Bernini e di Canova. Potrete inoltre visitare il Museo Etrusco di Villa Giulia e la Galleria d’arte Moderna.

Come non citare poi Villa Doria Pamphiljuna dimora storica che propone il più grande parco urbano di Roma con i suoi 184 ettari di spazio verde. La villa si divide in tre parti principali: il palazzo e i giardini annessi, l’ampia pineta e l’altrettanto estesa tenuta agricola.

Da segnalare anche il colle del Gianicolo che sovrasta il fiume Tevere e da dove si potrà ammirare il belvedere dalla terrazza panoramica. Durante la passeggiata del Gianicolo si scorgeranno per i più piccoli sia le giostre all’ingresso di Via Garibaldi sia il teatro dei burattini in Piazzale Giuseppe Garibaldi.

Immancabile anche la citazione di Villa Torlonia. Al suo interno, da visitare  La Limonaia, la Casina delle Civette e, per i più piccoli, la cittadella “Technotown” dove si scoprirà in modo interattivo la storia di Roma Antica e dove vi sorprenderà anche una realistica colata vulcanica.

Nel Complesso del Vittoriano – Ala Brasini si potrà assistere dalle 9.30 alle 20.30 la mostra dedicata a Monet con sessanta incredibili opere arrivate dal Musée Marmottan Monet di Parigi. Nel Chiostro del Bramante si potranno invece ammirare le opere di Joseph Mallord William Turner considerato il padre artistico e ispiratore di artisti come Van Gogh, Degas e Klimt.

Alle Scuderie del Quirinale da evidenziare una mostra che celebra l’artista giapponese Utagawa Hiroshige, maestro incisore che ha dedicato la maggior parte delle sue celebri opere a paesaggi naturali. Al Museo di Arte Contemporanea (MACRO) poi c’è una mostra molto particolare intitolata “The Pink Floyd Exhibition: their mortal remains”. Si tratta di un evento per i fan dei Pink Floyd e in generale per chi ama la musica nel quale si verrà immersi con suoni, immagini e video nella storia decennale di questo fantastico gruppo.

Gli appassionati di scienza potranno recarsi al MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo dove si terrà un’affascinante mostra intitolata ‘Gravity. Immaginare l’Universo dopo Einstein‘. Si tratta di un viaggio diviso in tre sezioni (“Spazio-Tempo”, “Crisi” e “Confini”) creato da un inedito e affascinante connubio tra scienza e arte che nasce dalla collaborazione tra l’Agenzia Spaziale Italiana, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e l’artista argentino Tomás Saraceno. 

Pasquetta 2018, Napoli e dintorni

Napoli offre numerosi parchi perfetti per evadere dalla routine quotidiana. Cominciando dal Parco Virgiliano o Parco della Rimembranza, che offre un panorama unico sulla città e su tutto il golfo comprese le isole di Capri, Ischia e Procida. Da perdere il fiato anche vista che offre del maestoso Vesuvio. Ideale per le famiglie al suo interno propone anche un ampio parco giochi per bambini. Il Parco di Capodimonte o Real Bosco di Capodimonte è stato premiato come miglior parco d’Italia. Si trova proprio di fronte alla Reggia e fu costruito per volontà di Re Carlo Borbone III. Al suo interno propone sette diversi percorsi tra i boschi per ammirare sia le bellezze naturali sia le maestose opere costruite dall’uomo al suo interno.È il luogo ideale nel quale coniugare l’amore per la natura e quello per l’arte, la storia e la cultura.

Imperdibile anche il Parco Villa Floridiana che si trova nel quartiere del Vomero e che ospita anch’esso una splendida residenza borbonica. Ideale per le coppie in cerca di un posto con alto tasso di romanticismo permette di visitare anche il Museo Nazionale della ceramica Duca di Martina, numerosi boschi  tra i quali quello delle camelie e un laghetto dove incontrare simpatiche tartarughe. Infine segnaliamo il Parco del Poggio, un parco di recente costruzione che si trova sui Colli Aminei. Ideale per le famiglie propone un parco giochi per bambini, un laghetto con cascate scenografiche e una bellissima vista panoramica sulla città di Napoli, centro storico e golfo con il Vesuvio.

Il capoluogo campano è un museo a cielo aperto. Caratteristisco il centro storico dove potrete ammirare tra le altre cose Piazza del Plebiscito, la Galleria Umberto I, la via dei presepi di San Gregorio Armeno e i famosi Quartieri Spagnoli.

Per quanto riguarda i musei, da segnalare il Palazzo Reale all’interno del quale oltre alle opere d’arte ospitate ci sarà proprio in quei giorni una mostra retrospettiva omaggio per Renzo Arbore. Da visitare anche il castello medievale Maschio Angioino o Castel Nuovo, il Parco vergiliano a Piedigrotta (Tomba di Virgilio) che sarà aperto dalle 10 alle 14.50, la Cattedrale di Santa Maria Assunta e la Chiesa dei Girolamini. 

Da non perdere la gita all’Isola della Gaiola, vero e proprio gioiellino del Golfo di Napoli. Si tratta di un’isola che fa parte di un’area protetta al centro del Parco Sommerso di Gaiola che si estende per 42 ettari. Degno di nota anche il parco archeologico dei Campi Flegrei che comprende al suo interno numerosi parchi tra i quali il parco archeologico sommerso di Bacoli, il Tempio di Serapide di Pozzuoli, il Parco archeologico di Cuma e il Museo dei Campi Flegrei di Baia

Altre gite ‘classiche’ da proporre sono a Capri, Ischia o Procida.

Pasquetta 2018, Palermo e dintorni

Nel capoluogo siciliano musei e luoghi d’arte saranno aperti in occasione di Pasquetta. Si comincia dall’evento organizzato da CoopCulture, il quale invita le famiglie palermitane a visitare i tre luoghi di cui gestisce i servizi, approfittando dell’ingresso gratuito nella prima domenica del mese: Museo archeologico Antonio Salinas, Palazzo della Zisa e il chiostro dei Benedettini (Monreale). I tre siti saranno dalle 9,30 alle 13,30.

Proprio al chiostro dei Benedettini, sarà organizzato il ‘Chiostro delle meraviglie’, dove i bambini potranno scoprire le volute delle colonne del chiostro partecipando ad una visita su misura per loro con tanto di gara con in palio un premio finale.

Al Museo Salinas invece è prevista la visita ‘I fili di Arianna‘: i bambini saranno condotti alla scoperta delle collezioni del museo e sceglieranno un personaggio che li avrà particolarmente colpiti. Insieme potranno ricostruire la sua storia attraverso una selezione di testi tratti dalla letteratura greca e latina, e da quella per l’infanzia’

Il tema del multiculturalismo sarà invece al centro della visita reading al Palazzo della Zisa ‘Le primavere arabe di Palermo, la Splendida‘, alla ricerca delle tante eredità linguistiche riconoscibili nel dialetto siciliano. Saranno tre poesie arabe del tempo antico ad accompagnare la visita guidata al palazzo normanno.

A restare aperti nel giorno di Pasquetta 2018 saranno anche altri siti culturali del capoluogo: il complesso di S. Maria dello Spasimo (aperto dalle ore 10 alle ore 18; la Galleria d’Arte Moderna (dalle ore 9,30 alle ore 18,30); il Centro Internazionale di Fotografia ai Cantieri Culturali alla Zisa (dalle ore 10 alle ore 18,30).