xylella_puglia

La xylella continua a mietere vittime tra gli alberi di ulivo in Puglia. Sono 3.100 gli ulivi infetti dal virus killer nella cosiddetta fascia di contenimento, la quale divide in due la regione all’altezza del brindisino, dall’Adriatico allo Ionio, dove si trovano i soli alberi infetti. Il dato è stato aggiornato dagli esperti della Regione Puglia.

Virus xylella, si registra un incremento di casi positivi all’infezione

Il dato aggiornato dalla Regione evidenzia un incremento di casi positivi all’infezione, con un aumento rispetto ai 2.924 focolai registrati il 23 marzo scorso con un studio reso noto dall’Osservatorio fitosanitario Xylella.

Inoltre, il dato odierno sottolinea un numero quadruplicato di ulivi colpiti rispetto ai 2 mesi precedenti, in netta crescita rispetto ai 2.251 casi registrati il 7 marzo. Il monitoraggio della Xylella in Puglia ha comportato l’analisi tra i 160 ed i 180mila campioni nell’ultimo anno, decretando l’abbattimento di circa 800 alberi di ulivo infetti nella zona di contenimento. In due anni è risultato infetto solo l’1% delle piante. “Una percentuale bassa rispetto ai milioni di esemplari di ulivi”, affermano gli esperti della Regione Puglia.