attacco Di Maio Renzi, di maio, Di Maio contro Dessì, Di Maio impresentabili Pd, Di Maio Renzi, Di Maio scroccone, Luca Lotti
Renzi e Di Maio

Luigi Di Maio è stato chiaro: al governo con la Lega oppure con il Pd e così se Salvini non decide di lasciare Berlusconi e la Meloni, il leader Cinque Stelle strizza l’occhiolino ai dem.

“Io non sto rinnegando le nostre idee né le critiche che in più momenti abbiamo espresso anche aspramente nei confronti del Pd, e che anche il Pd non ci ha risparmiato”, ha detto Di Maio in un’intervista a La Repubblica. “Credo però – ha aggiunto – che ora il senso di responsabilità nei confronti del Paese ci obblighi tutti, nessuno escluso, a sotterrare l’ascia di guerra”.

Sottolinea di non aver mai posto veti su Renzi, ma di aver invece “sempre contestato la linea di chiusura decisa dal Pd all’indomani delle elezioni”, e ribadisce, quindi, la sua proposta di un ‘contratto’ di governo: “Sediamo intorno a un tavolo, per ragionare e trovare insieme una sintesi che serva a dare risposte e non a scontrarsi muro contro muro”.

Renzi: “Nessuna svolta su trattativa con M5s”

“L’articolo di Repubblica di oggi che parla di una svolta di Matteo Renzi sulla trattativa con i 5 Stelle è completamente privo di fondamento”, in una nota l’ufficio stampa di Matteo Renzi.