Sono sempre più numerosi gli extra-europei che bussano alle porte di Bruxelles per diventare cittadini UE. E sempre maggiore è il numero di quanti ottengono la cittadinanza. Tra i paesi UE, inoltre, l’Italia sarebbe il più generoso.

Italia, Spagna e Regno Unito: i paesi più ‘generosi’

Questi i dati che emergono dal rapporto Eurostat che sottolinea una netta crescita delle richieste rispetto agli anni precedenti. Nel 2016, infatti, sale quasi al milione il numero dei richiedenti ad aver ottenuto la cittadinanza da uno dei paesi UE. Nel 2015, invece, il numero si assestava attorno agli 841mila. E il primo posto spetta a Roma che ha naturalizzato 200mila extracomunitari (grosso modo il 20% del totale europeo). Dopo l’Italia, la Spagna (che ha accolto 150mila nuovi cittadini) e il Regno Unito, in cui – nonostante Brexit – il numero dei nuovi cittadini è quasi triplicato. Anche Malta e la Crozia sono tra i paesi che hanno aumentato considerevolmente il numero di concessioni della cittadinanza.

La scelta delle mete: indiani e pakistani in Regno Unito, albanesi in Italia

L’Italia ha accordato, nel 2016, il 13% di cittadinanze in più rispetto all’anno precedente. In particolare, ha naturalizzato il 34% dei marocchini che ha ottenuto la cittadinanza in UE, il 54% degli albanesi, il 43% dei romeni. A livello europeo, il gruppo più numeroso dei nuovi cittadini proviene, peraltro, proprio dal Marocco. E i dati Eurostat sottolineano come l’89% dei marocchini preferisca stabilirsi in Spagna, Italia e Francia. Tra gli indiani e i pakistani, invece, le richieste sono soprattutto rivolte al Regno Unito. L’Italia è, ancora una volta, la meta prediletta dagli albanesi. Scelta, insieme alla Grecia, addirittura dal 97% dei richiedenti.