“Somme lecitamente guadagnate”. Così la Sezione misure di prevenzione del Tribunale ha motivato la restituzione di 1,9 milioni di euro a Fabrizio Corona, ai quali furono sequestrati 2,6 milioni. Parte della somma fu trovata in Austria, mentre la restante fu rinvenuta in un controsoffitto. 

I giudici hanno disposto, invece, la confisca della sua casa ma, come chiarito dal legale Ivano Chiesa, non hanno ravvisato che Corona sia attualmente socialmente pericoloso.

(Fonte Ansa)