8mila posti di lavoro, Di Maio Dl Dignità, Di Maio posti di lavoro, Dl Dignità
Luigi Di Maio

Sono state decise le date del secondo giro di consultazioni al Quirinale per la formazione di un governo esecutivo. Giovedì e venerdì, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, riceverà al Colle prima i partiti politici, poi le alte cariche istituzionali e infine gli esponenti del Movimento 5 Stelle.

Le date del secondo giro di consultazioni

Nella giornata di giovedì, il secondo giro di consultazioni, convocato al Quirinale, si concluderà ancora una volta con i 5 stelle. Secondo fonti parlamentari, inoltre, il centrodestra unito rimarrà nella casella già assegnata alla Lega durante il primo giro. 

Intanto arriva la nuova presa di posizione del leader grillino Luigi Di Maio: “O si va al governo per cambiare le cose o non ne vale la pena. No a un governo a tutti i costi e sì a un governo del cambiamento. E su questo sono molto fiducioso. Anche stavolta saremo gli ultimi a salire al Colle: sarà un’occasione per parlare al Presidente dei passi avanti per la formazione del governo. Le forze politiche hanno bisogno di un po’ di tempo e noi glielo daremo”.

Consultazioni, parlano Di Maio e Martina 

“Non possiamo immaginare la strada proposta da Di Maio, la sua è una logica irricevibile. Pd e Lega non sono certo interscambiabili. Denunciare questo non significa essere indifferenti a quello che accade. Dobbiamo interpretare – dichiara il segretario reggente del Pd Maurizio Martina – fino in fondo una posizione onesta e limpida, dicendo chiaramente che noi siamo parte di una iniziativa che si svilupperà per le vie parlamentari, senza stare alla finestra“.