Una tintura da incubo che ha lasciato decisamente il segno. La vittima è una ragazza 25enne di Signa, in provincia di Firenze. Dopo essersi sottoposta a una decolorazione fatta da un parrucchiere cinese, lo scorso 27 marzo, la 25enne è dovuta recarsi tempestivamente al pronto soccorso fiorentino per i danni provocati alla cute.

Firenze, il racconto della 25enne

“Per farmi il colore mi hanno rovinato tutti i capelli. Ho avuto un’ustione di secondo grado”, ha raccontato la ragazza sul gruppo Facebook ‘Aiutoavvocato’, grazie al quale l’avvocato fiorentino Guglielmo Mossuto fornisce suggerimenti legali agli utenti. “Sono venuti a prendermi in ambulanza e mi hanno portato in ospedale. Da lì mi hanno mandato urgentemente all’ospedale di Pisa, al centro ustioni. E mi hanno tagliato i capelli a zero”, ha concluso la 25enne.

“La ragazza era andata in questo negozio per una decolorazione e la successiva tintura. Voleva, in pratica, farsi bionda, ha affermato il legale alla ‘Nazione’ -. Da quello che mi ha raccontato, il primo esito è stato un colore arancione e quindi sono state fatte altre applicazioni della stessa sostanza per schiarire maggiormente i capelli”.

In seguito alla tintura, la cliente aveva iniziato ad avvertire un prurito irresistibile alla testa, a cui è seguita la caduta delle prime ciocche. Da qui la decisione di chiamare l’ambulanza e recarsi al pronto soccorso.

Inoltre la donna ha sporto denuncia ai carabinieri e valuta di fare causa al parrucchiere autore dell’ustione. In più i carabinieri, dopo essersi recati sul posto, hanno raccolto campioni delle sostanze utilizzate per accertare la responsabilità del titolare dell’attività.