Champions League, Real Madrid, Juventus, Roma, Bayern Monaco

Ci sono notti e notti: notti in cui è vietato sbagliare, dove è necessario sfruttare ogni occasione, dove si gioca sui nervi, sui centimetri. Notti come quelle che vivrà stasera la Roma allo stadio Olimpico, sicuramente gremito di tifosi sugli spalti, contro il Barcellona di Valveldere: la squadra di Di Francesco è chiamata all’impresa, recuperare tre goal senza subirne. Mai forse come oggi, per i tifosi romanisti, cadrebbero a pennello le note di Lando Fiorini: “Roma nun fa la stupida stasera“.

La corazzata Barcellona

Diversi tecnici, su tutti Max Allegri, sono convinti che al corazzata blaugrana si possa matare attaccandola alta, con un pressing frenetico sul portatore di palla, che cominci nella loro metà campo: i catalani, infatti, quando si portano in zona goal avversaria tendono a manovrare con il solito tiki taka snervante, diabolico, letale, proprio come quando si mata el toro alla Corrida.

Vedremo come Di Francesco preparerà la sfida: una cosa è certa, tutti i giocatori devono aiutare nella due fasi di gioco, offensiva e difensiva. In primis le punte, su tutti Edin Dzeko, devono dare una grossa mano in fase di ripiegamento.

 

Le probabili formazioni

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Schick, Dzeko, El Shaarawy.
All. Di Francesco

BARCELLONA (4-4-2): Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Umtiti, Jordi Alba; Dembelé, Paulinho, Rakitic, Iniesta; Messi, Suarez.
All. Valverde