Continua lo scontro tra Jonathan e Amaurys: nella semifinale gli animi si erano accesi nella Palapa ma i due naufraghi hanno continuato a gridarsi contro anche dopo essere tornati sull’isola. 

“Tu sei pericoloso”, ha affermato il cubano e Jonathan ha risposto: “Ah io? Non tu che hai massacrato Elena, massacrato Francesca, fatto piangere la gente dicendo a Rosa le cose peggiori, quasi picchiato Franco… io chi ho offeso? Chi ho deluso? Chi ho tradito? Nessuno! Coscienza pulita! Ti ho smascherato”. 

Poi iniziano le imitazioni. Inizia Jonathan che si inginocchia riportando una vecchia frase di scuse di Amaurys: “Scusa, io sono schiavo della mia lingua. No, tu sei schiavo dei soldi e del potere, di questo sei schiavo!”.

Prosegue poi Amaurys con le imitazioni, ma Jonathan puntandogli il dito lo accusa: “Mi imiti perché sono effeminato? È omofobia questa? Io sono fiero di essere effeminato. Ho i miei tacchi e adesso li metto, così sei contento, macho maschilista!”, ha detto prendendo le scarpe di Francesca Cipriani.

“Cosa credi che sei più alto di me, vai a fare la legna e sei più uomo di me? Io sono uomo perché le dico in faccia le cose e se offendo qualcuno dopo mi prendo le mie responsabilità non vado a chiedere scusa. Io non ho piantato chiodi nella gente lasciando buchi, io prima di piantare un chiodo ci penso mille volte”, dice Jonathan. Amaurys risponde: “Perché calcoli”.