roberto giacobbo dice addio alla rai

Dopo alcune indiscrezioni, arriva la conferma ufficiale del conduttore. Roberto Giacobbo lascia la Rai e Voyager ma ci tiene a fare alcune precisazioni spiegando che si tratta di una “personale decisione da vicedirettore, peraltro confermato, e dipendente di Raidue: nessun dissenso con il servizio pubblico che in questi anni mi ha dato tanto dal punto di vista professionale. I rapporti sono cordialissimi”.

La scelta di Roberto Giacobbo

E aggiunge: “Lasciare la Rai è una scelta personale perché non volevo più lavorare da dipendente e quindi essere soggetto a orari di lavoro. Uscirà un comunicato congiunto con la Rai. Posso anticipare, però, pur rispettando i colleghi che hanno riportato il mio passaggio altrove che i rumors contengono alcune imprecisioni, non c’è nessuna certezza sul mio futuro. Sono un professionista sul mercato, è vero, ma al momento sto valutando alcune offerte in generale. Di più non posso e non voglio aggiungere”.

Il conduttore di Voyager smentisce quanto riferito da Dagospia che faceva riferimento a un possibile passaggio a Discovery. Giacobbo è entrato in Rai nel 1991 come autore e collaboratore per Rai 1, Rai 2, Rai 3. La sua decisione quindi dipenderebbe dalla volontà di affrontare nuove sfide lavorative o, perché no, portare il format di Voyager su nuove reti televisive.