La difficoltà dell'intervento era anche dovuta all'anomala massa del tumore, di dimensioni pari al doppio del cuore della bambina

Rischiava di morire ad appena un anno, per salvarsi aveva bisogno di un fegato nuovo, che però, non c’era. Il padre allora ha deciso di donargliene un pezzo del suo. 

È successo a Padova, dove i medici hanno prelevato una parte dell’organo al genitore: un quarto del suo fegato è stato asportato e trapiantato sul figlio, che così si è salvato.

Nell’ospedale veneto non si eseguiva un trapianto epatico da donatore vivente da vent’anni: l’ultimo risale al 1997, quando un ferroviere croato donò parte del suo fegato al figlio, malato di tumore.