Anche la Sicilia vuole il suo parco divertimenti. E non uno qualsiasi. Durante un forum con l’agenzia di stampa siciliana Italpress, Gaetano Armao, assessore all’Economia della Regione Siciliana, ha assicurato di non aver dimenticato il dialogo interrotto qualche anno fa sulla costruzione del parco giochi Disneyland in Sicilia.

Disneyland a Termini Imerese, le parole di Armao

La sede dovrebbe essere proprio Termini Imerese. “A inizio maggio incontrerò i vertici della Walt Disney. Stiamo tentando di riaprire il dialogo interrotto qualche anno fa sulla costruzione a Termini Imerese di un parco divertimenti. Diremo loro che la Sicilia è disponibile e aperta agli investimenti”.

L’ipotesi già avanzata nel 2013

L’ipotesi di costruire il parco divertimenti era stata già avanzata nel 2013 e la cifra da investire si aggirava intorno ai 750 milioni di euro. In quell’anno, la multinazionale si interessò alla Sicilia e individuò il territorio di Termini Imerese con l’intento di costruire un grande parco. Luigi Sunseri, oggi deputato all’Ars per il M5S e in quel periodo candidato sindaco di Termini Imerese per il Movimento 5 stelle, denunciò pubblicamente il fatto dicendo di non essere mai venuto a conoscenza dell’interesse da parte della Walt Disney. “Peccato che di questa opportunità nessuno sapesse nulla”, disse il deputato.