Nadal Roland Garros

Un dominio totale. Nei quarti di finale del Rolex Masters 1000 di Montecarlo, Rafael Nadal ha demolito in due set Dominic Thiem, l’unico avversario in grado di batterlo lo scorso anno sulla terra rossa, concedendogli appena due game. Una prova di forza del maiorchino, che, se ce ne fosse stato bisogno, ribadisce la propria leadership assoluta sulla superficie più amata, e punta all’undicesimo successo in carriera sul Campo Ranieri III. 

In semifinale, domani, Rafa se la vedrà con Grigor Dimitrov, che nel primo match di giornata ha battuto in due set il suo amico (e compagno di doppio nel Principato) David Goffin, confermando le gerarchie dettate dai precedenti tra i due, nettamente in favore del bulgaro. Per la prossima partita, però, Grisha sarà chiamato a ribaltare una situazione che, negli incontri con Nadal, lo vede in svantaggio per 9-1, con l’unico successo ottenuto due anni fa a Pechino, sul cemento. Cinque anni fa, proprio a Montecarlo, riuscì a strappare un set sulla terra rossa all’attuale numero 1 del ranking ATP, salvo poi cedere al terzo.