Jimmy Butler

Nelle altre due gare giocate nella notte NBA, gli Utah Jazz si portano in vantaggio sugli Oklahoma City Thunder, difendendo il fattore campo nella prima giocata nella città del grande lago salato, mentre Minnesota, dopo le due sconfitte rimediate in Texas, dimezza lo svantaggio nei confronti degli Houston Rockets, riaprendo i conti. 

Minnesota Timberwolves-Houston Rockets 121 – 105 (1 – 2)

I Timberwolves avevano già dato l’idea di poter portare a casa una vittoria sul parquet dei Rockets, salvo poi doversi arrendere in entrambe le occasioni, ma stavolta, davanti al pubblico amico. Non hanno steccato. Una grande prova d’orgoglio di Andrew Wiggins e soci, che grazie a una partenza lanciata dopo l’intervallo lungo hanno scavato il distacco che ha consentito loro di amministrare il vantaggio nel finale di gara, con le triple fondamentali di Jimmy Butler, rimasto in campo nonostante una brutta caduta avesse fatto temere per la sua caviglia, e Jeff Teague. Ancora una serata no per gran parte del supporting cast di Houston, che non sembra avere iniziato nel migliore dei modi questi playoff. 

Utah Jazz-Oklahoma City Thunder 115 – 102 (2 – 1)

Se un paio di anni fa avessero detto a Ricky Rubio che in breve la sua carriera sarebbe decollata al punto da registrare una tripla doppia in una gara di playoff, probabilmente il play ex Badalona e Barcellona si sarebbe messo a ridere. E invece, stanotte, dopo una prestazione da leader a tutto tondo, il catalano dei Jazz ha contribuito in maniera fondamentale al successo dei suoi, grazie alla sua rinnovata dimensione al tiro, che gli concede anche più spazio in penetrazione, e agli assist per le triple con cui Joe Ingles ha di fatto chiuso la partita nel quarto quarto.