razzismo casa di riposo, razzismo senigallia, sei nera senigallia, senegalese casa di risposo, senigallia, senigallia senegalese

Il razzismo non ha età. Lo testimonia un triste episodio accaduto in una casa di riposo di Senigallia, in provincia di Ancona, dove una 40enne senegalese ha perso l’opportunità di stipulare un contratto di lavoro a causa del colore della sua pelle. La donna è stata infatti destinataria di frasi a sfondo razzista (“non ci piaci, sei nera”) da parte di alcuni ospiti della casa di riposo Opera Pia Mastai Ferretti.

L’aspirante operatrice socio sanitaria presso la casa di riposo è stata di fatto boicottata da alcuni anziani. La donna, Fatima Sy, 40 anni di origine senegalese, madre di due bimbi che vivono in Senegal, nei giorni scorsi aveva fatto una prova presso l’istituto per anziani di via Cavallotti, in pieno centro storico a Senigallia.

Razzismo in casa di riposo, scandalo a Senigallia

Dopo alcune giornate di lavoro senza intoppi, in cui era anche piaciuto il suo modo di lavorare e porsi con gli anziani, si è vista rifiutare il contratto di lavoro. Le lamentele di alcuni ospiti non erano state espresse direttamente all’operatrice, ma riferite poi ai responsabili della Cooperativa Progetto solidarietà che hanno ritenuto di non lasciarla in un ambiente non del tutto benevolo per provare “a inserirla in un’altra realta’ meno ostile”.