Bruno Potenza, confisca Bruno Potenza, Napoli, sequestro beni camorra, sequestro Napoli

Sei persone sono state arrestate dalla Dia di Reggio Calabria con l’accusa di associazione mafiosa ed intestazione fittizia di beni, con l’aggravante di aver agevolato le cosche di ‘ndrangheta “Tegano e Condello”. Le misure cautelari sono state emesse dal gip del Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia.

Contestualmente è stato disposto il sequestro di cinque imprese, operanti nel settore dell’edilizia, riconducibili direttamente o direttamente agli indagati per un valore di 11 milioni di euro.