Ha perso l’orecchio in un incidente nel 2016 e oggi ha la fortuna di riaverlo grazie a un trapianto e a tecniche innovative sperimentate in Texas. E non si tratta di un semplice orecchio, ma di organo “coltivato”, fatto crescere su cartilagine.

È accaduto al ‘William Beaumont Army Medical Center’ di El Paso, in Texas: ad annunciare il trapianto lo stesso centro dell’Esercito, che ha eseguito l’intervento sulla giovane soldatessa Shumika Burrage. I medici hanno prelevato parti di cartilagine dalle costole della donna, hanno ricreato la forma dell’orecchio e lo hanno impiantato nel braccio del soldato.

“L’obiettivo è far sì che la paziente – una volta concluso l’iter delle operazioni – abbia un orecchio perfettamente funzionante” ha fatto sapere il colonnello Owen Johnson III, direttore di chirurgia perfettamente ricostruttiva.