Sarri, De Laurentis, Napoli, Monaco

La telenovela legata al rinnovo di Maurizio Sarri sembrerebbe destinata a concludersi nel migliore dei modi per i tifosi del Napoli, particolarmente legati alla figura del tecnico arrivato dall’Empoli, capace nei suoi tre anni all’ombra del Vesuvio di portare i partenopei a un livello di gioco da top club, e a competere fino alla fine con la Juventus per lo Scudetto.

L’incontro andato in scena oggi negli uffici della Filmauro con il presidente Aurelio De Laurentiis e il direttore sportivo Giuntoli, infatti, ha portato segnali di distensione, dopo le polemiche a distanza delle ultime settimane. Il patron azzurro è pronto a ritoccare verso l’alto l’ingaggio dell’allenatore fino a sfiorare i 4 milioni di euro annui (raggiungibili con bonus legati ai traguardi di squadra), e soprattutto a rimuovere la clausola rescissoria che, nelle ultime settimane, aveva causato grande incertezza sul futuro di Sarri.

L’ultimo nodo da sciogliere, adesso, è quello legato alle garanzie offerte dalla dirigenza per il prossimo mercato: De Laurentiis spinge verso una prosecuzione del ciclo già avviato, offrendo più spazio ai giovani, mentre l’allenatore toscano chiede uno sforzo in più per accorciare il gap qualitativo rispetto alla Juventus, acquistando giocatori già pronti a competere ai massimi livelli.