davide_morana

Voglia di tornare ad allenarsi: è questo il desiderio espresso da Davide Morana, 24enne di Bagheria (Palermo) che ha perso gambe e braccia a causa di una meningite fulminante. La stessa che aveva colpito la campionessa olimpionica Bebe Vio. L’amore per lo sport ha spinto Davide a utilizzare i social network per lanciare un appello e una raccolta fondi al fine di raggiungere un unico obiettivo: comprare delle protesi che gli consentano di tornare a vivere.

Meningite, il dramma

Il dramma di Davide Morana è cominciato a gennaio. Prima una febbre alta, poi l’irrigidimento della mascella. Si era trattato di una semplice influenza, secondo la diagnosi effettuata al pronto soccorso. Ma la temperatura continuava a salire e sulla pelle erano comparse alcune macchie. Quindi l’ennesimo ritorno in ospedale, dove viene ricoverato in terapia intensiva per meningite fulminante.

Il 24enne è rimasto in coma farmacologico per una settimana, poi ha iniziato a sentirsi meglio. Tuttavia una necrosi agli arti è costata, dopo quattro operazioni, l’amputazione di braccia e gambe. Tre mesi dopo infine veniva dimesso.

Meningite, l’appello su Instagram

Davide Morana ha aperto un account Instagram e un sito per raccontare la sua storia e lanciare una raccolta fondi. Le protesi di cui ha bisogno sono infatti molto costose e ha bisogno di aiuto per poterle acquistare. “Non vedo l’ora di camminare, correre, afferrare oggetti, mangiare da solo. E finalmente recuperare la mia indipendenza e diventare un ragazzo bionico”, scrive sul suo profilo. “Il vostro aiuto è importantissimo e ogni piccolo gesto conta. Insieme ce la faremo. Aiutatemi a diffondere”.

Immagine del profilo Instagram di Davide Bartolo Morana