Erdogan, omicido khashoggi, omicidio brutale, jamal khashoggi, corpo khashoggi, verità caso khashoggi

Sono ferme le parole del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, dopo gli ultimi attacchi sulla Striscia di Gaza. “Le Nazioni Unite sono finite, sono crollate – ha detto Erdogan mercoledì sera ad Ankara -. In questo momento, non riesco neppure a parlare con il segretario generale dell’Onu, nonostante abbiamo una buona amicizia. Se continuerà a esserci silenzio sul bullismo di Israele, il mondo sarà trascinato nel caos“.

Erdogan: “L’Onu è crollata, il mondo rischia il caos”

Dal giorno dell’inaugurazione dell’ambasciata americana a Gerusalemme, gli scontri sulla Striscia di Gaza tra manifestanti palestinesi ed esercito israeliano si sono intensificati, causando un numero consistente di morti e feriti. Da ultimo l’attacco in cui sia mezzi aerei che di terra dell’esercito israeliano hanno colpito 6 postazioni di Hamas con numerosi missili.

Non permetteremo che Gerusalemme sia usurpata da Israele – ha aggiunto Erdogan -. Sosterremo la lotta dei nostri fratelli fino al giorno in cui le terre palestinesi, che sono state a lungo occupate, avranno pace e sicurezza dentro i confini di un libero Stato palestinese”. In quanto presidente di turno ha anche convocato a Istanbul un vertice straordinario dei 57 Paesi dell’Organizzazione della cooperazione islamica (Oic), seguito da una grande manifestazione di piazza.