Aggiornato alle: 20:03

Russia, è vivo Arkadi Babchenko: presenzia alla conferenza di Kiev

di Redazione

» Cronaca » Russia, è vivo Arkadi Babchenko: presenzia alla conferenza di Kiev

Russia, è vivo Arkadi Babchenko: presenzia alla conferenza di Kiev

| mercoledì 30 Maggio 2018 - 08:26
Russia, è vivo Arkadi Babchenko: presenzia alla conferenza di Kiev

Un vero e proprio colpo di scena sull’omicidio di Arkadi Babchenko, il corrispondente di guerra russo critico nei confronti del Cremlino. Babchenko ha infatti presenziato alla conferenza stampa prevista a Kiev sulla sua ‘finta morte’, creata ad hoc dai servizi segreti ucraini per sventare l’assassinio.

Il giornalista russo era stato costretto a trasferirsi in Ucraina dopo le critiche al ruolo di Mosca nel conflitto ucraino.

Giornalisti russi oppositori e morti misteriose

Babchenko è la seconda voce critica del Cremlino che viveva a Kiev ucciso in meno di due anni. Secondo la polizia l’omicidio è collegato al lavoro del giornalista, che da anni scriveva della guerra nell’Est separatista e aveva anche scritto un libro. Pavel Cheremet, con doppia cittadinanza russa e bielorussa, morì nell’esplosione della sua auto nel centro di Kiev nel luglio 2016.

Il portavoce della polizia ucraina Yaroslav Trakalo ha dichiarato che Babchenko è stato trovato in una pozza di sangue dalla moglie che aveva sentito gli spari. Il giornalista è morto sull’ambulanza che lo trasportava in ospedale. Il giornalista Osman Pashayev ha scritto su Facebook che Babchenko è stato colpito con tre colpi alla schiena.

Foto da Twitter.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it