Fonte Facebook

Lo hanno trovato per strada, con gli occhietti spalancati, pieni di paura. Ma era ormai morto il piccolo falco schiantatosi su un enorme gratticielo milanese, dopo uno dei suoi soliti voli per la città. Il falchetto, partito dal Pirellone, lì dove aveva costruito un nido, ha trovato la morte a causa di una delle vetrate del grattacielo, un pericolo che probabilmente non aveva avvertito prima dello schianto. 

Lo schianto e la polemica

I pulli del Pirellone erano stati oggetto di discussione ed era stata posizionata una telecamera proprio vicino al nido per monitorare la situazione. I vetri del grattacielo non hanno mai ispirato grande fiducia agli animalisti, spaventati per la sicurezza dei volatili. La piccola carcassa è stata prelevata dall’Enpa e consegnata alla facoltà di Veterinaria, per capire di che sesso fosse l’animale.