nascite in calo in Italia, negativi dati istat nascite italiane, meno di mezzo milione di nascite in italia nel 2017, aumentano in decessi in Italia

Le nascite in Italia sono in calo dal 2008. Secondo i dati Istat del 2017, per il terzo anno consecutivo, i nati sono meno di mezzo milione (458.151), 15mila in meno rispetto al 2016. Di questi, 68mila (il 14,8%) sono stranieri ma anche questo fenomeno è in diminuzione.

Nascite in calo in Italia, minimo storico dai tempi dell’Unità

Un nuovo minimo storico per le nascite dai tempi dell’Unità d’Italia. Già dal 2015 le nascite scendono sotto il mezzo milione mentre negli ultimi nove anni si è registrato un calo di circa 120mila. Il fenomeno interessa tutte le regioni ma ha colpito in particolar modo nel Centro dove, rispetto all’anno precedente, il numero dei nati è sceso del 5,3%.

Di contro, i decessi sono aumentati di 34mila unità rispetto al 2016, toccando quota 650mila. Un trend che va avanti ormai da anni, di pari passo con l’invecchiamento della popolazione. Il 31 dicembre 2017, in Italia c’erano 60.483.973 persone, tra i quali più di 5 milioni di stranieri, pari all’8,5% dei residenti a livello nazionale con una distribuzione del 10,7% al Centro-Nord e il 4,2% al Sud.

L’andamento demografico in Italia ha registrato, in generale, un saldo – tra nati e morti – negativo di quasi 200mila unità. Il dato naturale risulta positivo per i cittadini stranieri con quasi 61mila unità, per i residenti italiani invece il deficit è di 251.537 unità.