Lopetegui Real

La clamorosa indiscrezione circolata nelle scorse ore, alla fine, è diventata ufficialità: il ct della Spagna Julen Lopetegui è stato esonerato. La panchina spagnola – in vista dell’inizio imminente dei Mondiali in Russia 2018 – è stata affidata al vice di Lopetegui, FernandoHierro, ex leggenda del Real Madrid e della nazionale. 

Decisione forzata

“Ringraziamo Julen per tutto quello che ha fatto e per averci portato in Russia, ma siamo obbligati ad esonerarlo, a destituirlo. Era necessario mandare un messaggio chiaro per tutti coloro che lavorano nella federazione calcistica spagnola: ci sono dei modi di agire e vanno rispettati”, questo il messaggio chiaro del presidente della Federcalcio spagnola Rubiales.

Situazione oscura

Chiari i motivi dell’esonero: la Federcalcio spagnola era all’oscuro dell’accordo tra l’ex tecnico del Porto – dal 2016 sulla panchina delle furie rosse – e il Real Madrid, squadra con cui Lopetegui continuerà la propria carriera da allenatore la prossima stagione.

“Non mi sento tradito, ma il problema è di come sono state fatte le cose. La Federcalcio era totalmente all’oscuro di quanto stava succedendo e quindi non possiamo lasciar passare questa cosa – continua Rubiales – Lopetegui è un professionista impeccabile, ma la forma con cui vengono fatte le cose è importante”.

Tocca a Hierro

Al posto di Lopetegui, per riportare la calma dopo questo terremoto, è stato promosso Fernando Hierro, già in Russia in qualità di componente dello staff. A lui, che ne ha viste di ogni colore nella sua carriera da giocatore con il Real e le Furie Rosse, il compito di condurre la squadra nella Coppa del Mondo che sta per iniziare.