il signore degli anelli serie tv amazon

Confermata l’attesa serie tv sulla saga de “Il Signore degli Anelli”. La produzione era stata annunciata lo scorso novembre ma adesso arriva la conferma ufficiale della nuova presidente di Amazon Studios Jennifer Salke. A sentire la Salke sarà un progetto molto ambizioso e molto costoso che richiederà alla piattaforma streaming un impegno economico di ben 500 milioni di dollari, la metà dei quali da utilizzare solo per acquisire i diritti dalla Fondazione Tolkien.

L’accordo con Warner Bros. e la Fondazione Tolkien prevede che la serie debba uscire entro due anni dalla stipula. Se ciò non dovesse avvenire i diritti ritornerebbero alla Fondazione. Ecco perché Jennifer Salke ha ufficialmente parlato del 2021 come anno d’uscita sebbene si rivelerà essere una delle produzioni più costose mai realizzate dalla piattaforma streaming di Amazon.

Un progetto ambizioso e grandioso per Amazon

Il progetto sarà grandioso ma non un remake della saga di Peter Jackson. “Credo che vi potrete immaginare che lo show non sarà un remake del film – ha specificato la Salke -, però non cancelleremo tutto il passato. Così rivedrete alcuni personaggi che amate. Non posso dirvi di chi si tratta, ma posso anticiparvi che sarà uno show grandioso. Credo che potremmo tornare a girare in Nuova Zelanda, ma dovremo trovare location che sembrino incredibili. L’ambizione è tanta, andremo dove sarà necessario per poter i nostri progetti”.

Inoltre non si è esclude una collaborazione con Peter Jackson. Nonostante infatti il regista avesse declinato l’invito a collaborare alla serie tv, sembrerebbe che adesso sia in trattativa per stabilire se e come potrà intervenire nella realizzazione del progetto.