canottieri inglesi censurati su instagram

Un’iniziativa contro l’omofobia nello sport che ha provocato la censura di Instagram. Come ogni anno i canottieri della squadra inglese dei Warwick Rowers si sono spogliati per il calendario il cui ricavato viene devoluto a un’associazione che lotta contro l’omofobia nello sport. Una serie di scatti pubblicati sul profilo della squadra non è stata gradita da Instagram che ha disattivato immediatamente l’account.

I canottieri hanno denunciato l’accaduto su Twitter e in una lettera inviata al Times e hanno ricevuto il sostegno di tanti utenti tra cui anche dei vip come Kylie Minogue. Dalla piattaforma sono prontamente arrivate le scuse addebitando l’accaduto a un errore. L’account è stato immediatamente riattivato.

La denuncia dei Warwick Rowers

“Su Instagram ci sono account con nudi femminili molto più sensuali e provocatori dei nostri e non vengono disattivati” – si legge nella lettera inviata dalla squadra di Warwick al Times – nascondere corpi maschili è espressione del potere maschile eterosessuale”. Le regole di Instagram vietano nudi integrali e la pubblicazione di foto di parti intime, ma negli scatti dei canottieri non vi è nulla di tutto ciò.

 

 

Non è la prima volta che i canottieri incorrono nella censura. Qualche tempo fa, infatti, il social aveva censurato alcune foto dei Warwick Rowers per la presenza di peli pubici. Nemmeno in quel caso la squadra ha accettato la decisione e ha protestato. “Reclutiamo modelli con peli abbastanza al naturale perché l’essere completamente rasati riflette un‘estetica irreale e ipersessualizzata. I peli pubici sono peli non genitali”, aveva dichiarato Angus Malcolm, fondatore del progetto.

La vicenda si è conclusa in poche ore dopo che il responsabile della comunicazione della squadra ha inviato una lettera ad Instagram per chiedere spiegazioni. La risposta non ha tardato ad arrivare e in pochi istanti l’account, che era stato cancellato “solo per errore”, è tornato on line con tutti i suoi scatti.

Foto da Instagram