cambio orario per la prima serata

E’ ormai consuetudine comune, sia tra le reti pubbliche che quelle commerciali, far iniziare la prima serata sempre più tardi. Le lamentele dei telespettatori si fanno sempre più insistenti soprattutto per programmi che si potraggono fino a tarda notte. Da tempo infatti si auspica un anticipo dell’inizio della prima serata rispetto all’attuale situazione per garantire e offrire sempre un servizio di qualità.

Come riporta Blogo.it, durante la presentazione dei palinsesti autunnali, è stato chiesto a Piersilvio Berlusconi un cambio di rotta per favorire i telespettatori. “Inseguiamo gli orari del servizio pubblico. Hanno iniziato loro – ha spiegato il vicepresidente Mediaset – e noi siamo una tv commerciale che non può rischiare di danneggiare gli inserzionisti. Chi fa servizio pubblico deve decidere un orario e metterlo in pratica. Se loro dovessero farlo, noi ci allineeremo“.

Dal conto suo il direttore di Rai 1 Angelo Teodoli ha manifestato buone intenzioni per anticipare il prime time invitando a questo punto Mediaset a fare altrettanto. “Sono disponibile a far terminare l’access di Raiuno dall’autunno alle 21:15 – ha detto Teodoli-, in una logica di coordinamento fra tutte le reti, del resto la nostra rete già lo annunciò e lo fece nel 2016 con Andrea Fabiano, incontrando però una concorrenza poco ricettiva che continuò a chiudere l’access dopo di noi. Nelle ultime due stagioni, dati alla mano, l’access di Canale 5 ha chiuso sempre dopo quello di Raiuno. Ora forse potrebbe essere la volta buona che si possa fare, noi ci siamo, non resta che passare ai fatti”.