Joao Cancelo ha le idee chiare. Nella sua conferenza stampa di presentazione alla Juventus, inevitabilmente dominata dall’ombra lunga del connazionale Cristiano Ronaldo, il terzino portoghese ha parlato delle sue ambizioni per questa nuova esperienza in Serie A, dopo il prestito all’Inter dello scorso anno: “Per me è un grande piacere essere qui, e sono contento che sia arrivato anche Cristiano, un grande campione che come me ha tanta voglia di vincere, sicuramente ci darà una grande mano. Vincere la Champions non è un obbligo, ma competere per farlo lo sarà. Abbiamo una grande squadra costruita per questo”. 

Sul suo primo impatto con il mondo Juve, Cancelo ha aggiunto: “Mi sto ambientando, stiamo lavorando tutti insieme e i grandi del gruppo mi hanno accolto in modo splendido. Si vede che è un club molto organizzato, gli allenamenti sono già intensi, come se fossimo nel pieno della stagione, e questo alza la competitività. Sono orgoglioso di far parte di questa grande famiglia”. 

Inevitabile uno sguardo ai Mondiali di Russia 2018, per lui vissuti solo da spettatore: “Ovviamente mi è dispiaciuto non partecipare a una competizione così bella, ma facendo bene alla Juventus posso riconquistare la maglia del Portogallo. Non so se è giusto dirlo, ma domenica tiferò la Croazia“. 

Cancelo, che ha scelto la maglia numero 20, è pronto per conquistarsi un posto da titolare nello scacchiere tattico di Allegri: “Sono io a dovermi adattare alle scelte del mister, e non viceversa. So che c’è tanta concorrenza, ma voglio dimostrare di valere la somma che è stata spesa per acquistarmi”.