Esaltare il potenziale turistico dell’isola così come non era mai stato fatto: questo, l’obiettivo principale della prima edizione del Pantelleria DOC Festival, che dal 31 agosto al 9 settembre prossimi animerà uno dei luoghi più caratteristici del Mediterraneo e, allo stesso tempo, meno conosciuti.

Organizzato dal Consorzio vini di Pantelleria DOC, in collaborazione con Pantelleria Island – Tour Operator nato dal Consorzio Albergatori che riunisce le strutture ricettive locali -, il Festival innesterà il proprio racconto su quell’attività che, dell’isola, è il vero e proprio simbolo, la Viticoltura Eroica, distribuendosi in una miriade di eventi che, partendo dalla scoperta del territorio e dei suoi prodotti, restituiranno una fotografia d’insieme unica, espressione di una sinergia autentica tra vino e turismo.

Il programma di Pantelleria DOC Festival

Il programma, che riempirà dalla mattina alla notte le giornate del Festival, comincerà tutti i giorni con le escursioni in vigna e le degustazioni in pieno periodo vendemmiale (h. 9.30-11.30), permettendo ai visitatori di conoscere a fondo le tecniche di una viticoltura il cui valore è stato riconosciuto anche dall’Unesco, che ha accolto nel 2014 la pratica agricola della vite ad alberello di Pantelleria tra i Patrimoni Immateriali dell’Umanità.

Una possibilità di visita che, a seconda delle preferenze degli ospiti dell’isola, si estenderà anche al pomeriggio (h. 18-19.30), offrendo l’occasione di conoscere con colori diversi aziende d’eccellenza come Cantine Pellegrino, Salvatore Murana, Vinisola, Donnafugata, Cantina Basile, Marco De Bartoli eCoste di Ghirlanda. Oltre a questi due momenti, presso le stesse cantine vi sarà la possibilità di partecipare a delle degustazioni verticali (h. 19.30-20.30), nonché di assaggiare direttamente le uve Zibibbo da cui i vini vengono prodotti.

Tutti i giorni, inoltre, non mancheranno le occasioni di trekking ed escursioni in bici, che culmineranno con l’arrivo in cantina (h. 9.30-12), così come le gite in kayak e in barca (h.10-12 o 10-17), attraverso percorsi che esploreranno l’interno e la costa dell’isola toccando i punti di maggior interesse archeologico e naturalistico.

Tuttavia, quando si parla di Pantelleria non può mancare la cucina: spazio allora agli appuntamenti con la scuola di cucina pantesca (h. 10-15) che, pur nascendo su un’isola, è più legata alla terra che al mare. Tra cene laboratorio (h. 21-23) e visite agli artigiani del gusto panteschi (17-19), nel corso della manifestazione si toccheranno così  con mano (e papille) storia, ricette e peculiarità di prodotti d’eccellenza come il celebre cappero o piatti come il cous cous e l’insalata pantesca, autentiche delizie mediterranee che sarà possibile acquistare anche al mercato (h. 18-23) appositamente allestito per alcune giornate del Pantelleria DOC Festival.

Momenti tra vino e cibo di cui saranno protagonisti immancabili anche gli aperitivi previsti tutti i giorni al tramonto (h. 19-21), a cui faranno da controcanto i dopocena organizzati presso le cantine (h. 23),  dove la dolcezza del Passito incontrerà le fragranze del cioccolato e dei sigari, accompagnate dalle note di musica dal vivo e visite notturne nei giardini panteschi. E se di notti e musica stiamo parlando, largo ai Wine Party (h. 23), che costringeranno gli amanti delle feste a fare le ore davvero piccole. Infine, anche un appuntamento col folklore locale: il 3 settembre, infatti, è in programma il Palio delle Botti (17-21), che vedrà sfidarsi in una gara tradizionale le diverse contrade dell’isola.