Barrow Atalanta

Dopo la grande paura, una rimonta importante per l’Atalanta, che nell’andata del terzo turno preliminare di Europa League certifica già la qualificazione al turno successivo, imponendosi per 4-1 sul campo dell’Hapoel Haifa, in Israele. Un successo importante per gli uomini di Gasperini, che tra una settimana dovranno solo gestire il risultato acquisito. 

Una partita che, in realtà, si era aperta male per la Dea, subito in svantaggio dopo soli sette minuti di gioco, quando su una palla inattiva Buzaglo sorprendeva tutti di testa per il goal israeliano. L’Atalanta, però, non si scompone, e nel giro di due minuti, a cavallo del ventesimo, ribalta il risultato con le reti in rapida successione di Hateboer e Zapata. Sale in cattedra il Papu Gomez, che non riesce, però, a trovare il guizzo per vincere la sua sfida personale con il portiere avversario. 

Nella ripresa, dopo un valzer di sostituzioni che rivoluziona le due formazioni in campo, è Mario Pasalic, tra gli acquisti più importanti del mercato orobico, a firmare il goal che vale il 3 – 1 e che di fatto mette la qualificazione in discesa per la banda Gasp. Nel finale, poi, è ancora il giovane Musa Barrow a chiudere i conti, certificando con 90′ di anticipo il passaggio del turno. 

TABELLINO

HAPOEL HAIFA – ATALANTA 1 – 4

HAPOEL HAIFA (4-3-3): Setkus; Malul, Tamas, Kapiloto, Dilmoni; Vermouth (dal 14′ s.t. Hadida), Sjostedt, Plakuschenko; Buzaglo, Papazoglou (dal 25′ s.t. Arel), Ginsari (dal 14′ s.t. Elbaz). All.: Klinger.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina (dal 15′ s.t. Pasalic); Gomez (dal 38′ s.t. Cornelius), Zapata (dal 18′ s.t. Barrow). All.: Gasperini. 

Note: ammoniti Palomino (A), Gosens (A). 

Marcatori: 7′ p.t. Buzaglo (HH), 19′ p.t. Hateboer (A), 21′ p.t. Zapata (A), 21′ s.t. Pasalic (A), 41′ s.t. Barrow (A). 

Arbitro: Lechner (AUT).