Sembra doversi chiudere senza lieto fine il sogno di mezz’estate dell’Inter, che per qualche settimana ha cullato la possibilità di abbracciare un giocatore di livello mondiale come Luka Modric. Da Tallinn, sede della Supercoppa Europea persa dal Real Madrid contro l’Atletico, Emilio Butragueño ha chiuso ogni spiraglio all’addio del numero 10 dei blancos, dichiarando impossibile una sua partenza in direzione Milano nelle ultime ore della sessione di mercato estivo italiana. 

Pur dovendo prendere con le pinze certe dichiarazioni in una simile sede, filtrano segnali di pessimismo da parte dell’Inter, ormai rassegnata a desistere dal tentativo di acquistare il genio di Zara. A meno di scossoni dell’ultimo minuto, che nel mercato non sono da escludere, l’attività in entrata dei nerazzurri sembra potersi dichiarare chiuso.

Spalletti, in ogni caso, si ritrova in mano una formazione ben più competitiva rispetto a quella della scorsa stagione, considerando gli arrivi di Asamoah, de Vrij, Nainggolan, Lautaro Martinez, Politano e Keita, a fronte dei mancati riscatti di Cancelo e Rafinha e di qualche cessione minore.