La famiglia di Nicky Hayden batte cassa e lo fa chiedendo un maxi risarcimento in seguito alla morte del pilota avvenuta il 22 maggio 2017. Il pilota americano a Misano Adriatico (Rimini) perse la vita quando era in bicicletta, travolto da un automobilista all’incrocio tra via Tavoleto e via Ca’ Raffaelli. I famigliari di Hayden hanno chiesto 6 milioni di euro. Come riporta ‘Il Resto del Carlino’, la lettera con la richiesta è stata inviata agli avvocati dell’uomo, un 31enne di Morciano, coinvolto nell’incidente.

Hayden, la famiglia chiede maxi risarcimento

La famiglia di Hayden, di fatto, pretende l’importo massimo previsto dalle soglie minime di legge per i danni a persone provocati da incidenti stradali. Il 13 giugno scorso il gip aveva deciso di mandare a processo il 31enne con l’accusa di omicidio stradale. Secondo la Procura ci sarebbe stato un concorso di colpa da parte dell’uomo al volante della Peugeot che finì per travolgere Hayden, in sella a una bici. L’automobilista non aveva rispettato i limiti di velocità (viaggiava a 72,8 km orari anziché a 50) mentre il pilota americano si era immesso in strada senza rispettare lo stop.