Le zanzare sono uno dei peggiori nemici dell’uomo, causando rossori, pruriti e insonnia notturna. Ma sono soltanto fastidiose o sono anche portatrici di virus come Zika, Dengue, Chikungunya o la febbre gialla?

A dimostrarlo sarà finalmente uno “zanzara detector”, uno strumento diagnostico capace di capire se l’animale è pericoloso oppure solo fastidioso. L’apparecchio, brevettato dai ricercatori dell’Università del Texas ad Austin, usa una fotocamera per smartphone, una piccola scatola stampata in 3D e un test chimico che mostra se ci si trova davanti a una zanzara appartenente alla specie Aedes aegypti, che trasporta una serie di virus che affliggono ogni anno circa 100 milioni di persone in tutto il mondo.

Il dispositivo permette di capire se l’insetto è stato colpito dalla Wolbachia, un batterio biopesticida che impedisce alle zanzare di diffondere malattie. Per analizzare le zanzare, il dispositivo analizza l’acido nucleico dell’insetto, raggiungendo risultati con una precisione superiore al 97%.