Davide Fabbri, detto “il Vikingo“, a gennaio aveva tappezzato il centro storico di Rimini di volantini con l’immagine di Benito Mussolini e la scritta “Per un mondo più pulito torna in vita zio Benito”.

L’uomo, 52 anni, è stato condannato a sei mesi di reclusione per apologia di fascismo e dovrà pagare una multa di 4.625 euro. Il gip ha applicato la legge Scelba (1952), che vieta la ricostituzione e la propaganda del partito fascista.

La pena nei confronti di Fabbri è stata sospesa. L’uomo, nativo di Forlì, a suo tempo era stato denunciato dalla Digos della Questura della città romagnola.