Djokovic Stepanek Agassi coach

Novak Djokovic e Kei Nishikori, ancora contro in semifinale a Flushing Meadows. Proprio come 4 anni fa, quando il giapponese raggiunse a sorpresa la sua prima e – fino a questo momento unica – finale slam, due dei migliori ribattitori del circuito si trovano uno di fronte all’altro nelle semi degli US Open, dopo due percorsi molto differenti.

Se, infatti, Nole ha avuto vita tutto sommato facile nella sua strada verso le semifinali, giocando anche un quarto piuttosto agevole con Millman, liquidato in tre set dopo l’impresa con Federer, Nishikori è uscito reduce da una maratona al quinto set contro Marin Cilic, che proprio in quella finale del 2014 gli negò la gioia di vincere un major. Tanti rimpianti per il croato, che sembrava essersi portato in controllo del match dopo aver recuperato da 1-4 a 4-4 nel parziale decisivo, salvo poi sciogliersi come troppo spesso gli è capitato in carriera, nel momento più caldo della partita. 

Nel torneo femminile, invece, entrambe le partite sono state, di fatto, a senso unico: Naomi Osaka ha proseguito la sua marcia trionfale schiantando la Tsurenko, mentre Madison Keys ha piegato in due set la Suarez Navarro. Per la prima volta nella storia del Giappone, dunque, il Paese del Sol Levante può vantare due rappresentanti in semifinale di uno slam, Nishikori e Osaka, che stanno contribuendo in maniera enorme ad accrescere il seguito del tennis nello stato asiatico.