de laurentiis, serie a, napoli, napoli, De Laurentiis Sarri, De Laurentiis silenzio stampa, De Laurentiis Sarri

Dopo un’estate di stoccate a distanza con il sindaco di Napoli De Magistris, Aurelio De Laurentiis passa all’attacco frontale. Il patron del club azzurro ha infatti dichiarato, in un’intervista al Corriere dello Sport, di aver richiesto all’UEFA di poter giocare le gare interne di Champions League a Bari: “Ho chiesto che le tre partite della fase a gironi possano esser giocate al San Nicola di Bari, anche a costo di dover pagare 1.000 pullman di tasca mia per i nostri tifosi. Nel giro di due anni, però, voglio costruire uno stadio mio a Napoli, non si può andare avanti così per aspettare i lavori al San Paolo”. 

Inevitabile un accenno alle provocazioni in atto da mesi con Maurizio Sarri: “Non rispondo più, non possiamo dar vita a una telenovela. Con Ancelotti, invece, sono pronto a un matrimonio a vita. Insigne – prosegue De Laurentiis – va via da Napoli solo con un’offerta da 200 milioni, e nel contratto di Koulibaly non c’è nessuna clausola rescissoria”.