Aggressione a Bari. Alcuni manifestanti che hanno partecipato venerdì sera al corteo antirazzista “Mai con Salvini” a Bari sono stati aggrediti dopo la manifestazione da un gruppo di militanti di Casapound. È accaduto nel quartiere Libertà poco dopo le 23. Nel pestaggio sono rimasti feriti Antonio Perillo, assistente dell’eurodeputata Eleonora Forenza, e Claudio Riccio, componente di Sinistra Italiana.

Gli aggressori, secondo fonti investigative, sarebbero almeno cinque o sei ed erano armati di mazze e cinghie. Le due vittime sono state ferite al volto e alla testa e sono ora ricoverate al Policlinico di Bari e alla Mater Dei. Uno di loro sarebbe in condizioni più serie, avrebbe perso i sensi prima dell’arrivo dei soccorsi. L’assistente dell’europarlamentare Eleonora Forenza (Potere al Popolo) invece ha riportato una ferita alla testa medicata con 9 punti di sutura.

Discordanti le versioni finora fornite dai due gruppi: secondo i manifestanti, i due feriti stavano tornando a casa quando hanno subito un vero e proprio “agguato squadrista, finendo con la testa spaccata”. I militanti di Casapound, invece, sostengono di essere stati provocati e insultati e di aver reagito per questo. Intanto, circa trenta militanti di Casapound sono stati portati in Questura per l’identificazione dopo l’aggressione.