asia argento in lacrime a non è l'arena

“Mi è saltato addosso, non ho reagito perché era impensabile”. Asia Argento ospite a Non è l’Arena di Massimo Giletti ha raccontato la sua verità dopo l’intervista rilasciata da Jimmy Bennett negli studi di La7 la scorsa domenica. L’attrice e produttrice italiana ha raccontato la vicenda dal suo punto di vista sottolineando che è stata semmai lei a subire una violenza da Bennett.

Il racconto di Asia Argento

“Lui è salito da solo”, dice Asia Argento, in riferimento a quanto raccontato sul suo accompagnatore cacciato da Asia Argento. E continua: “Gli ho preso il viso, questa è l’unica cosa vera che ha detto, perché cercavo di guardare i connotati cambiati. C’aveva la barba, non lo riconoscevo. Poi l’ho incontrato questo accompagnatore – spiega – perché li ho accompagnati a pranzo”. E aggiunge: “Bennett ha detto che per una questione di privacy non si può dire il nome di quel suo accompagnatore. Com’è possibile non dire il nome di un testimone oculare?”.

Asia Argento racconta di avere aiutato Jimmy Bennett in un momento di grande difficoltà economica: “Mi ha ringraziato per quei trecento dollari che avevo messo al suo progetto e mi ha detto – spiega – che non lavorava da un sacco di tempo”. Poi aggiunge: “Quando mi ha detto ‘sono nei casini’, io gli ho detto ‘Jimmy forse ho un piccolo ruolo se parte questo film indie italiano dove c’è il ruolo di un cantante. Magari ti posso prendere a fare un piccolo film’. Là gliel’ho detto”. 

L’incontro con Jimmy Bennett

Jimmy Bennett felice della notizia si è lanciato per abbracciare Asia Argento. “Lui si illuminò – continua a raccontare Asia – e in quel momento ci abbracciammo. Lui, evidentemente con gli ormoni impazziti, ha iniziato a baciarmi e a toccarmi in una maniera che non era quella di un bambino con la sua mamma. Aveva una pulsione sessuale nei miei confronti e sentire questa cosa, venire da lui che per me è sempre stato come un figlio, mi ha congelata”. 

Asia Argento poi spiega cosa è accaduto dopo quell’abbraccio: “Mi è saltato letterelmente addosso. Mi ha spogliata, mi ha messa di traverso sul letto, mi è salito sopra e ha fatto sesso completo senza usare neanche il preservativo. Ha avuto un orgasmo. Io ero fredda e immobile. Dopo mi ha detto che ero il suo desiderio sessuale da quando aveva 12 anni e – ha concluso – si è fatto questo selfie. Io non ho reagito perché era impensabile. Ero pietrificata”.