Foto LaPresse - Marco Alpozzi 08 Ottobre 2018 G...

Un corteo di oltre un migliaio di persone ha attraversato le strade di Genova chiedendo di ” liberare la Valpocevera“, e riaprire i collegamenti stradali in una città ancora spaccata in due. E’ la prima manifestazione organizzata dopo il crollo del ponte Morandi dello scorso 14 agosto e hanno manifestato uniti sfollati e commercianti, vittime di un calo degli incassi superiore al 50%. I manifestanti chiedono la riapertura delle strade, il potenziamento di tutti i servizi e la creazione reale di tutte le condizioni per l’effettiva ripresa delle attività commerciali.

Il corteo di protesta si è radunato davanti a Palazzo San Giorgio, nel Porto Antico di Genova facendo tappa davanti alla Regione e alla Prefettura. 

I manifestanti hanno incontrato il ministro Danilo Toninelli:” Non raccontateci bugie”, hanno gridato, chiedendo il rispetto degli impegni assunti. “E’ un decreto che sarà migliorato – rassicura a vertice finito Toninelli  –  ma che invito a non contestare perché è scritto con il cuore e con la testa per Genova e consentirà al commissario Bucci di poter lavorare bene”. 

“Se non avremo risposte entro 30 giorni torneremo in piazza e siamo pronti a bloccare la città“, hanno detto incontrando il governatore Giovanni Toti e il sindaco Bucci.

Colonna sonora del corteo, The Wall, dei Pink Floyd.

foto:Skytg24