È allerta rossa in Sardegna e nel ponente ligure. È crollato il ponte sul rio Santa Lucia lungo la statale 195 che collega Cagliari ai comuni di Capoterra e Pula sino a San Giovanni Suergiu.

La statale è tagliata in due. Un tratto di strada, qualche chilometro prima, era già ceduto provocando una voragine che ha costretto la Polizia municipale a chiudere la statale all’altezza del ponte della Scafa. La forza dell’acqua, a seguito dell’esondazione del rio avvenuta nelle prime ora di questa mattina, ha sommerso i tratti di strada già parzialmente inghiottiti dopo la rottura degli argini del rio Santa Lucia. 

Situazione critica a Capoterra: lo straripamento del rio Santa Lucia ha completamente allagato la cittadina costringendo il sindaco a chiudere le scuole e l’Anas diverse strade, su tutte la statale 195 Sulcitana. Il paese è isolato. Diverse squadre dei vigili del fuoco stanno intervenendo in aiuto delle persone rimaste bloccate in casa, alcune sono disabili. Si segnalano anche cittadini sui tetti delle case.

Le scuole restano chiuse giovedì 11 ottobre, a Cagliari e in Liguria. Tra i primi comuni a prendere la decisione di lasciare a casa studenti di ogni ordine e grado, quelli delle province di Imperia e Savona, Recco, Chiavari. Ordinanza di chiusura anche per cimiteri, parchi, impianti sportivi e mercati.