Le donne per una questione fisiologica legata all’energia femminile, yin, sentono e soffrono maggiormente il freddo. Alimentarsi con cibi che aumentano il calore corporeo aiuta a mantenere alta la temperatura delle persone freddolose che soffrono di stati di malessere generale, forte stanchezza, estremità fredde e malattie da raffreddamento. Il cibo è energia termica quindi cerchiamo di prediligere cibi con energia yang (riscaldante) e lasciare alla stagione più mite tutti gli alimenti con energia yin (raffreddante).

Cibi che aumentano il calore corporeo

Le spezie sono il segreto della produzione di calore corporeo. Quelle tipicamente invernali sono la cannella e il garofano, per produrre dolci e tisane, ma anche il timo, il peperoncino, il pepe, lo zenzero, la maggiorana, il cumino e il finocchio rappresentano dei potenti agenti “riscaldatori”. Sono in vendita presso ogni erboristeria ottime miscele che racchiudono tutti gli elementi necessari per preparare un’ottima bevanda mirata ad alzare la temperatura corporea. 

Pronto soccorso “freddo”

Quando il freddo intenso ha preso campo nel nostro corpo e inizia la sensazione del malessere, potremo intervenire con una bevanda macrobiotica di facile preparazione, anche se gli ingredienti bisognerà trovarli presso i rivenditori di alimenti di macrobiotica:

preparare un tè bancha o kukicha e aggiungere un cucchiaino di kuzu precedentemente sciolto in un goccio di acqua fredda. Rimettere sul fuoco e portare a ebollizione per un paio di minuti, fino a quando da torbido il tè torna trasparente.

Aggiungere una prugna umeboshi, un cucchiaino di shoyu, possibilmente biologico, e 10/15 gocce di zenzero fresco precedentemente grattugiato.

Il risultato è immediato e sorprendente. Anche in caso di raffreddore conclamato questa pozione magica ha effetti miracolosi.