Una prova di dominio assoluto, un clinic del vecchio Djokovic tornato a cannibalizzare il circuito. La semifinale del Masters 1000 di Shanghai ha visto un solo giocatore in campo, il serbo, capace di annullare il gioco di un Sascha Zverev troppo timido e nervoso per pensare di poter impensierire il vincitore degli ultimi Wimbledon e US Open. 6-2 6-1, in appena un’ora di gioco, lo score che non lascia possibilità di appello per il tedesco alfiere della Next Gen. 

Nole, che nella finale di domani affronterà il vincitore della sfida tra Roger Federer e Borna Coric, ha già ottenuto il primo traguardo della settimana: grazie alla finale raggiunta oggi, indipendentemente dal risultato dello svizzero che difende il titolo conquistato 12 mesi fa, Djokovic sarà numero 2 del ranking ATP a partire da lunedì, con alte possibilità di poter tornare sul trono della classifica mondiale entro fine anno scavalcando Nadal, attualmente out per infortunio.