Novak Djokovic e la Cina, una lunga storia d’amore. Tanto che, durante la premiazione per il quarto titolo in carriera (record) al Masters 1000 di Shanghai, il serbo si è lanciato anche in un breve passaggio in lingua cinese, per la gioia del pubblico locale, dopo aver battuto in due set Borna Coric, con il punteggio di 6-3 6-4.

Una partita che, come le altre della settimana, ha messo in mostra un Djokovic ormai tirato a lucido e tornato al dominio dei giorni migliori, dopo un anno e mezzo molto complicati. Niente da fare per il croato, che non ha avuto una singola occasione per avvicinarsi a palle break, di fronte alla perfetta esecuzione nei game al servizio da parte di Nole. 

Adesso, per il serbo, il grande obiettivo del finale di stagione è la posizione numero 1 del ranking ATP, con Nadal distante appena 215 punti, con la concreta possibilità di un sorpasso già a Parigi-Bercy nell’ultimo Masters 1000 della stagione prima delle Finals londinesi.