Smettere di fumare si può, con l’ipnosi.  L’antica pratica, applicata oggi anche alla lotta al tabagismo, riporta risultati concreti e convincenti: 8 casi su 10 abbandonano le sigarette definitivamente. 

L’ ipnosi per smettere di fumare permette di agire sulla psiche, senza che il soggetto debba assumere nulla.

La tecnica vanta ormai una solida letteratura scientifica ed è molto diffusa negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, dove ha preso piede fra i metodi per dire addio al fumo con un tasso di successo dell’80%, secondo i più accreditati studi scientifici condotti.

In Italia ignoranza e scetticismo hanno frenato l’uso di questo rimedio miracoloso.

Inutile sottoporsi all’ipnosi se non si riesce a pronunciare prima una frase ad alta voce: “Voglio smettere“. Sembra una banalità, ma, secondo gli specialisti, chi non vuole realmente smettere di fumare non riesce neanche a dirlo.

Durante l’ipnosi non si è incoscienti ma soltanto estremamente rilassati grazie a particolari tecniche verbali. L’ipnosi riesce a parlare con la mente sub-cosciente dove risiede l’abitudine del fumo ed a inserire una nuova abitudine che è appunto quella del non fumare.

Ecco, in estrema sintesi, cosa avviene con l’ipnosi. Semplice ed indolore. Forse troppo semplice per essere accettata da chi realmente non vuole lasciare le bionde.

Per ottenere il risultato bastano una o due sedute. Nella prima seduta si dissuade il fumatore in due fasi: la prima per creare un rifiuto della sigaretta, la seconda per creare il ricordo di una situazione gradevole legata al non aver più toccato una sigaretta. Si creano falsi ricordi, scenari immaginari, sensazioni positive e si lasciano nella mente.

Tutto qua. Nessun abracadabra.

La seconda seduta, riservata ai fumatori più accaniti, è sicuramente più complessa, ma ha la funzione di eradicare il bisogno meccanico anche solo delle due/tre sigarette al giorno. 

Ogni seduta dura un’ora, la tecnica non ha gli effetti collaterali classici come ingrassare. Durante i primi giorni si avvertirà un leggero nervosismo da astinenza da nicotina, ma sono fastidi e non veri problemi.

Magia? No, scienza esatta utilizzata persino per il parto senza anestesia: credete che soffrireste più di una partoriente? No.

E dall’indomani, 150 euro in più al mese nel portafogli e dieci anni di vita in più da vivere.