Rischia da 10 a 15 anni Stephanie Peterson, un’ex professoressa ventisettenne  che ha fatto sesso con un suo studente di quattordici anni.

La Peterson, che insegnava in una scuola media di New Smyrna, in Florida, è stata dichiarata colpevole martedì scorso e attualmente è in attesa della sentenza.

L’insegnante avrebbe cominciato a frequentare lo studente nei mesi scorsi, lo andava a prendere a tarda notte e se lo portava a casa sua dove consumavano rapporti sessuali. L’ex insegnante, attraverso una chat sull’app Snapchat, avrebbe anche inviato sue foto piccanti al ragazzino.

Stephanie Peterson è stata arrestata lo scorso febbraio, l’avrebbero incastrata alcuni messaggi intercettati dalla madre dello studente. La donna, finita davanti al giudice martedì scorso, si è dichiarata colpevole e ha ammesso di assumere psicofarmaci. Oltre alla prigione, sarà iscritta al registro dei “sex offender”, un marchio infamante che in America indica un’emarginazione senza ritorno.