40esima edizione efebo d'oro

Alberto Barbera, Direttore della Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, aprirà al Cinema de Seta e ai Cantieri culturali della Zisa l’edizione 2018 del Premio internazionale Efedo d’oro, organizzato dal Centro di ricerca per la narrativa e il cinema presieduto da Egle Palazzolo. Ad onorare l’edizione numero 40, i primi grandi nomi tra i premiati in attesa di conoscere il film vincitore: Sergio Castellitto, Margaret Mazzantini per il premio alla carriera e Peter Greenaway per il premio per i nuovi linguaggi. I premi saranno assegnati come ogni anno dalla Banca S. Angelo, da sempre vicina al Premio internazionale di cinema e narrativa.

“La Banca Popolare S. Angelo è particolarmente impegnata a sostenere la promozione dell’arte e la produzione culturale della Sicilia, e lo fa concretamente. A fine settembre scorso, i finanziamenti della banca e delle attività produttive nel settore culturale erano superiori a 10 milioni di euro, erogati in favore di oltre 150 imprese”. Lo ha detto Ines Curella, l’A.d. della Banca S. Angelo, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione dell’edizione. “In questi 40 anni – ha aggiunto- l’Efebo d’Oro, anche grazie al nostro sostegno, è riuscito ad affermarsi come uno dei più elevati riconoscimenti alla valorizzazione che una produzione cinematografica può dare alla letteratura”.

Masterclass con Peter Greenaway

Presentato questa mattina in conferenza stampa il programma della settimana tra il 3 e il 10 novembre. Novità sarà la masterclass, The Art of Filmmaking, dedicata a studenti di cinema, registi e appassionati e condotta dall’artista britannico Peter Greenaway, che sarà a Palermo per ritirare il Premio Efebo d’oro per i nuovi linguaggi “Città di Palermo“. Greenaway è autore di numerose installazioni e pellicole, la più famosa nonché il suo primo lavoro è: I misteri del giardino di Compton House. Una rassegna delle sue opere accompagnerà gli spettatori nelle creazioni degli ultimi decenni. I partecipanti avranno la possibilità di interagire con il regista gallese, e conoscere con lui i fondamenti teorici, pratici e le componenti tecniche che caratterizzano il suo cinema.

L’artista incontrerà il pubblico venerdì 9 novembre alle 20,00 al Cinema De Seta prima della proiezione del film The Greenaway Alphabet diretto da Saskia Boddeke, moglie del regista, presente all’incontro insieme alla figlia Zoe co-protagonista del documentario in cui il suo universo umano e poetico viene percorso e sviscerato lungo le lettere dell’alfabeto. Riceverà il premio nel corso della cerimonia conclusiva di premiazione al Cinema De Seta dei Cantieri culturali alla Zisa sabato 10 novembre alle 18, condotta dalla giornalista Eleonora Lombardo. Alle 20,30 seguirà la proiezione del film Efebo d’oro 2018.

Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini per il Premio alla carriera

Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini, al Cinema De Seta il pomeriggio di sabato 3 novembre nel corso della cerimonia di apertura, incontreranno il pubblico e riceveranno il Premio alla carriera e sarà dedicata una retrospettiva dei film realizzati insieme.

21 lungometraggi, 5 cortometraggi, 12 prima visioni sono i numeri della 40esima edizione arricchita di incontri con autori, registi, scrittori, attori, saggisti, giornalisti e critici in varie sedi: il Cinema De Seta, il Centro sperimentale di cinematografia ai Cantieri culturali alla Zisa, il Teatro Garibaldi. Tutte le mattine inoltre, al cinema De Seta, saranno effettuate proiezioni per le scuole e 4 novembre saranno proiettati i 7 film tratti da opere letterarie e le 4 opere prime sottoposte al vaglio delle due Giurie. In programma anche 3 proiezioni speciali.

Il riconoscimento per il miglior saggio di cinema va a Giannalberto Bendazzi per il libro in due volumi Animazione. Una storia globale (UTET).

 

La giuria dell’Efebo d’Oro

In giuria per il miglior film tratto da opera letteraria quest’anno, insieme alla Presidente del Centro di ricerca per la narrativa e il cinema il regista tedesco Volker Schlondorff, il regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì, la fotografa Letizia Battaglia e Nicoletta Vallorani, docente di letteratura inglese e angloamericana, scrittrice e traduttrice. La Giuria Efebo speciale per il miglior regista esordiente è formata da Daniela Tornatore, giornalista, Daniela Gambino, scrittrice e Francesco Romeo, docente, scrittore ed editore.