Una volta c’erano gli Harlem Globetrotters a incantare il pubblico di tutto il mondo con il loro basket da circo, adesso l’attrazione itinerante del mondo cestistico sono i Golden State Warriors, che in questo avvio di stagione hanno deciso di incantare ovunque, prendendo la regular season NBA come una lunga passerella verso i playoff in cui dare spettacolo. 

La notte scorsa contro i Chicago Bulls, dopo gli show di Durant e Curry, è stato il turno di Klay Thompson, che ha riscritto i libri della storia del gioco strappando proprio a Steph il record di triple mandate a bersaglio in una partita: 14 canestri da 3, in appena 26 minuti di gioco, per 52 punti complessivi. Un dato irreale, specialmente se si considera che fino a questo momento la guardia dei Dubs non aveva brillato, ma ci teneva, evidentemente, a ricordare quanto sappia essere importante per coach Kerr