contratto Governo, crisi governo, Governo spaccato, Luigi Di Maio, matteo salvini, prescrizione Di Maio, prescrizione Salvini

In una diretta su Facebook, il vicepremier Luigi Di Maio annuncia che ci sono i fondi per il reddito di cittadinanza e la “quota 100” per la riforma della Legge Fornero sulle pensioni. “Subito dopo Natale, si fa un decreto in cui ci saranno le norme per la riforma dei centri per l’impiego e la riforma della Legge Fornero, che non possono essere scritte nella Legge di Bilancio – ha aggiunto -. Faremo un decreto perché non possiamo aspettare”.

Di Maio: “Reddito di cittadinanza e quota 100 da Natale”

Il vicepremier del Movimento 5 Stelle si esprime anche sulla prescrizione. “Lo stop alla prescrizione deve entrare nel decreto ‘spazza corrotti’ perché l’emendamento del ministro Bonafede è in linea con il contratto di governo – ha detto Di Maio nella diretta Facebook -. È la norma contro i furbi“.

 

E ancora: “In questo Paese i più grandi furbetti del quartierino, i furbetti politici, si sono salvati dai processi grazie alla prescrizione, non la povera gente. Tra loro Licio Gelli”. “Magari ci sono dei problemi interni alla Lega – ha aggiunto -, non lo so e non mi interessa”.

Giorgetti: “Il reddito è difficile da attuare”

“Il reddito di cittadinanza? Ha complicazioni attuative non indifferenti. Se riuscirà a produrre posti di lavoro, bene. Altrimenti resterà un provvedimento fine a se stesso”. Sono le parole del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti nel libro di Bruno Vespa.