fifa, gianni infantino, coppa del mondo, coppa del mondo fifa, mondiale, mondiale 2026, mondiale a 48 squadre, infantino, uefa

Continuano a far discutere le informazioni diffuse da Football Leaks in merito al presunto insabbiamento di violazioni del Fair Play Finanziario da parte di Manchester City e Paris Saint-Germain con l’aiuto dell’UEFA e della FIFA, e alle intercettazioni sulla creazione della superlega europea tra club, da qualche tempo nella mente di vari presidenti, tra i quali gli italiani Agnelli e De Laurentiis. 

Secca la risposta da parte della FIFA, con un comunicato che attacca indirettamente Michel Platini: “Negli ultimi tre anni la federazione ha vissuto un periodo di ricambio, molti dei precedenti dirigenti stanno affrontando dei procedimenti giudiziari.  Non ci sorprende il fatto che coloro che sono stati rimossi, rimpiazzati o che sono infelici continuino a diffondere falsi rumors. Lo fanno per interessi personali. E ci dispiace che i media diano loro voce e che diffondano falsità. La FIFA rispetta il lavoro investigativo dei giornalisti, ma quello che chiediamo è che riportino la verità su come stiamo operando”. 

“Dalle informazioni che sono state diffuse – chiude il presidente Infantino – non risulta alcuna violazione di legge o statuto della federazione”.